Aiuti ai terremotati

AIUTO AI TERREMOTATI

“… ricevo ancora richieste di roulotte o di piccoli container per viverci o per fare dei piccoli depositi. In questa stagione di solito le persone che durante l’inverno abbandonavano quelle zone vi tornavano, ma ora non lo possono più fare perché non hanno nessun riferimento in loco! Ci sono dei frati e un sacerdote che ci chiedono aiuto per poter fornire delle basi di appoggio per queste persone. Dicono che esiste il pericolo che se non tornano subito potrebbe darsi che non tornino più! E così Missionland si sta attivando per fare qualcosa, ma si sa che da soli tutto risulta difficile, mentre diventa più facile quando qualcuno ti tende una mano.”

Questo è quanto Roberto ha scritto in un suo messaggio ad amici e sostenitori e che sta ricevendo molte risposte accorate: “… girerò il tuo messaggio ai miei contatti!” “Conosco personalmente chi mi ha mandato questo messaggio. Fa moltissimo di tasca sua per questa associazione che ha creato e che ha portato aiuti in mezzo mondo, dall’Africa al Medio Oriente, all’Europa e all’Italia. È per questo che mi sono permesso di girarlo a tutti i miei contatti.” “Io so quanto è difficile lavorare da solo… Vorrei aiutarti ed essere anche uno dei tuoi…”

Da Amatrice scrivono: “Superata l’emergenza invernale dei residenti ora la priorità è consentire di tornare ai non residenti in situazioni provvisorie. Il legame con il territorio dei non residenti è fortissimo e Amatrice sopravvive soprattutto grazie al loro contributo economico. […] Il rischio serissimo è che molti non tornino più.”

Missionland, in collaborazione con dei club di fuoristradisti cui Roberto ha lanciato una richiesta di aiuto, in due riprese ha portato ad agricoltori delle zone terremotate del mangime per gli animali, la prima volta nel pieno della grande nevicata che rischiava di far morire di fame moltissimi capi degli allevatori già gravemente colpiti dalla perdita delle abitazioni e delle stalle.

Roberto, sempre al volante di un camion, ha già fatto diversi viaggi verso le zone terremotate per portare roulotte, viveri, casette di legno, solidarietà agli abitanti delle zone terremotate, affrontando strade chiuse, innevate, ghiacciate, pioggia e vento.

Missionland si augura che il suo appello alla solidarietà convinca molti sostenitori a contribuire per aiutare chi ha perso casa, fattoria, bestiame con i terremoti, per far sì che non perda anche la speranza.

Se vorrete sostenerci in questa iniziativa, ci permettiamo di ricordarvi il codice IBAN di Missionland:
IT 35 F 03359 01600 100000138509

 

             

Lascia un commento