PROGETTI MISSIONLAND

Slide5

Buona Domenica a tutti,

Sono Roberto, presidente di Missionland Onlus.

La nostra associazione e’ attualmente impegnata in numerosi progetti in Africa tra Ciad, Burkina Faso e  Mali; mentre  in Europa, in collaborazione con  Rainbow for Africa Onlus, portiamo avanti  un progetto di assistenza sanitaria ai migranti nelle isole greche di Lesbo, Samos e Chios  e a breve in Sicilia.

(IL PROGETTO XENIA SICILIA LO TROVATE IN ALLEGATO)

Negli ultimi mesi abbiamo inviato personale sanitario e logistico rispondendo alle richieste dell’UNHCR: invece delle 18 persone inizialmente previste dal nostro progetto di emergenza sono stati inviati 45 tra medici e infermieri oltre che logistici e tecnici, abbiamo partecipato all’accoglienza di oltre 100000 persone visitando 7000 pazienti. La missione si concluderà nel mese di giugno quando ritireremo le nostre forze dalle isole greche, dove a causa dell’accordo Turchia-UE il flusso dei migranti si è quasi azzerato.

L’esperienza della Grecia ci ha insegnato che chi tra i rifugiati riusciva ad arrivare a terra solo in piccolissimi casi necessitava di cure mediche urgenti (solo lo 0,6 %) mentre chi subiva danni gravi in mare quasi mai raggiungeva tali cure in tempi compatibili con la sopravvivenza. Per tale motivo, quando abbiamo cominciato a programmare lo spostamento delle nostre attività dalla rotta balcanica alla Sicilia (non possiamo fare finta che il problema si sia risolto), abbiamo cominciato a ragionare su come portare il soccorso medico qualificato il più vicino possibile a chi necessita. In questo modo è nata la collaborazione con l’associazione Elpis che a Trapani ha approntato una piccola nave ospedale destinata a fornire cure chirurgiche al Madagascar. Per motivi logistici l’associazione non è ancora pronta a spostare nave Elpis al di sotto dell’equatore, abbiamo quindi chiesto la disponibilità ad utilizzarla nei prossimi mesi estivi nel canale di Sicilia, dotandola di un nuovo modulo di medicina di emergenza e rianimazione (costruito da Missionland) e affiancandola alle navi che si occupano di Search and Rescue come nave ospedale dove effettuare cure anche sofisticate per assicurare la sopravvivenza ai casi più gravi (donne in gravidanza, bambini, annegati, feriti) con possibilità di interventi di rianimazione e anche chirurgici. Il recente rapporto di Europol descrive uno scenario catastrofico per i prossimi mesi, 800000 persone pronte a partire dalla Libia, cifra che potrà solo aumentare in relazione all’aggravamento della crisi libica, ovviamente il movimento di una così grande massa di esseri umani moltiplicherà i casi di naufragio e le relative morti in mare.

Ovviamente un tale progetto  necessita di finanziamenti e supporto. Noi stiamo preparando i nostri volontari, una nuova clinica mobile  e attrezzando la nave Elpis. Ogni aiuto è benvenuto, logistico, tecnico o finanziario, 5×1000.

Fate girare questa mail attraverso facebook o semplicemente inviandola ai vostri contatti. aiutateci a far crescere quest’onda.

Grazie dell’attenzione

Roberto Maculan

 

Per donare il vostro 5X1000:

 

Missionland onlus via san lorenzo 2 carré vicenza

 

Banca prossima Iban IT 35F0335901600100000138509

 

CAUSALE EROGAZIONE LIBERALE PER LE ATTIVITÀ DELLA ASSOCIAZIONE

 

Oppure progetto del WENDE

 

Oppure progetto CLEAN WATER

 

Oppure progetto SALVAVITA

 

Oppure progetto CLINICHE MOBILI

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi